IL RUOLO DEL RESPONSABILE TECNICO

13 Giugno 2020 0 di Castorina Sandro

LA STRUTTURA ORGANIZZATIVA

Perché un settore giovanile possa essere funzionale deve fare affidamento su una valida struttura organizzativa in grado di supportare il percorso di crescita degli atleti fino ad un loro eventuale approdo in prima squadra. La necessaria presenza di un dirigente di riferimento e di una serie di collaboratori che con diverse competenze possano coordinare e sostenere l’attività agonistica e logistica, non saranno altro che il primo passo per un buon sviluppo di un valido progetto. Solo su questi presupposti potrà inserirsi la figura del responsabile tecnico al fine di garantire alla società sportiva continuità ed omogeneità di intenti nel raggiungimento degli obiettivi prefissati

I COMPITI DEL RESPONSABILE

Il responsabile tecnico è una figura professionalmente preparata e qualificata,  meglio se laureata  in Scienze Motorie, dalla forte personalità e dalle ottime capacità relazionali. Un guida tecnica in grado di ottenere il massimo dai propri collaboratori e di ottimizzare le risorse a disposizione. E’ colui che nell’ambito delle proprie competenze delinea il progetto tecnico, sceglie, guida e coordina gli allenatori,  tiene i rapporti con i dirigenti, i genitori,  la federazione, gli enti locali  e le scuole. Opera in linea con gli obiettivi societari e nel rispetto delle  indicazioni tecniche, etiche, morali e disciplinari; gestisce personalmente ogni conflitto interno allo staff rimandando alla dirigenza solo le questioni più delicate.

LO STAFF TECNICO

In collaborazione con i vertici societari, il responsabile tecnico sceglie i componenti del proprio staff (allenatori, assistenti, preparatori) e affida a ciascuno di loro i gruppi più idonei da allenare. Ne coordina l’attività tecnica redigendo un programma che fissi, per le fascia d’età di loro competenza, gli obiettivi da raggiungere nel medio e lungo periodo e ne monitora l’operato presenziando il più possibile alle sedute di allenamento. A volte può anche guidare personalmente gli allenamenti al fine di valutare direttamente i miglioramenti tecnici di ogni gruppo. Solo a seguito di questi interventi potrà consigliare gli allenatori ed indirizzare il loro lavoro sul campo. Iimportante che ciò avvenga in separata sede avendo accortezza di rispettare le conoscenze tecniche e la cultura cestistica di ciascun collaboratore al quale verrà richiesto, nel lungo periodo, di dimostrare capacità nel  formare e migliorare i giocatori. In questo percorso sarà lo stesso responsabile a garantire un supporto per i propri allenatori organizzando riunioni periodiche di staff  (una volta al mese o anche due se necessario), appositamente indette per discutere di temi organizzativi e tecnici o per affrontare i problemi di ogni singola squadra. Appuntamenti validi per la formazione individuale e allo stesso modo importanti per approfondire la conoscenza reciproca e rafforzare lo spirito di gruppo.

IL RECLUTAMENTO

Per il responsabile tecnico è importante  porre l’attenzione alle situazioni che possano portare al coinvolgimento del maggior numero di ragazzi/e nell’attività sociale e se in questo contesto l’organizzazione di eventi (tornei, manifestazioni,  feste dell’attività giovanile a Natale e a fine anno, ecc.) contribuisce sicuramente all’avvicinamento di nuovi appassionati, risulta ancora più importante lo sviluppo e la pianificazione di interventi tecnici nei vari istituti scolastici. Il responsabile tecnico è sicuramente la figura preposta alla presentazione del progetto scuola ed è colui che garantisce che ogni intervento sia adeguato psicologicamente e fisiologicamente all’età degli alunni. A tale intervento, principalmente finalizzato allo sviluppo quantitativo dell’attività di base, il responsabile tecnico dovrà affiancare un lavoro individuale che si ponga l’obiettivo di incrementare la qualità tecnica del proprio settore giovanile. In alcuni contesti gli sarà d’aiuto avere una profonda conoscenza dell’intera attività giovanile regionale e nazionale al fine di individuare atleti talentuosi e di prospettiva da  inserire nei propri gruppi.

LE DINAMICHE RELAZIONALI

Come referente dell’attività al responsabile tecnico è richiesto di far fronte quotidianamente ad una serie di dinamiche relazionali che gli permettano di gestire in maniera ottimale gli interessi della società di appartenenza. Sapersi porre come figura di riferimento di staff sempre più numerosi, saper relazionare il proprio lavoro a dirigenti improvvisati, confrontarsi con onestà e coerenza con i colleghi, ma soprattutto gestire le pressioni e l’interferenze dei genitori, ha reso il ruolo ancora più complesso, pretendendo dallo stesso, capacità di adattamento fuori dal comune. Con l’intento di smorzare immediatamente eventuali polemiche e di evitare l’insorgere di problematiche, ritengo che per il responsabile tecnico sia opportuno affrontare ogni situazione con pazienza, educazione ed equilibrio non tanto per raggiungere inutili compromessi, ma per provare a supportare e sostenere con forza le proprie idee, nella consapevolezza però che da ogni interlocutore si potrebbero avere reazioni diverse. La capacità di gestire tali rapporti e soprattutto la capacità di ottenere credibilità all’interno dell’ambiente, saranno il “biglietto da visita” di un valido settore giovanile.

Please follow and like us: